Ald-inc.com

La storia di abbigliamento ignifugo

La storia di abbigliamento ignifugo

Tessuto ignifugo o resistenti al fuoco è una caratteristica comune in abbigliamento progettato per il settore industriale. Vigili del fuoco possono essere più frequenti portatori di abbigliamento ignifugo; Tuttavia, altre professioni tra cui elettricisti e olio/gas drillers fare uso di esso troppo. L'idea di proteggere i tessuti contro l'incendio è stato intorno dal circa 400 A.C. anche se la nozione di creazione di tessuti ignifughi non guadagna visibilità fino al XVII secolo.

Inizii di tessuti ignifughi

I primi tentativi che rende il tessuto resistente al fuoco sono stati nel 1632 quando è stato suggerito che rendere incombustibile i tessuti ridurrebbe i rischi di incendio nei teatri. I primi materiali utilizzati in questo processo sono stati argilla e gesso. Il XVIII secolo vide l'inclusione di allume e ammonio fosfato nei tentativi a rendere tessuti ignifughi.

Gay-Lussac & avanzamenti nel settore tessile ignifugi

Nel 1820, chimico Gay-Lussac condotto la prima sperimentazione seria nel rendere tessuti ritardanti di fiamma. Gay-Lussac determinato che c'erano due tipi di sali in grado di produrre tessuti piuttosto resistente alle fiamma. Il primo sale era basso di fusione e in grado di formare uno strato vetroso su tessuti e il secondo si è rotto in un vapore infiammabile quando era riscaldata. Dall'inizio del XX secolo altri chimici ulteriormente perfezionato il metodo di Gay-Lussac incorporando ossido stannico nei tessuti per renderli ritardante di fiamma.

Prima Flame Retardant Abbigliamento

Come l'uso di fibre sintetiche in tessile è diventato dominante, produttori di cotone erano costretti a trovare un nuovo metodo di promuovere il loro prodotto. L'esercito è cercare Quartermaster Corps' ritardante di fiamma uniformi portato ulteriore ricerca in Abbigliamento resistente alla fiamma. Le tecnologie avanzante del XX secolo permise agli scienziati di iniziare il processo di modifica chimicamente le molecole di cellulosa con sostanze ignifughe sulla superficie sia all'interno della fibra di cotone. Al fine di rendere questo processo commercialmente valido, gli scienziati hanno dovuto trovare una combinazione chimica che mantenuto la resistenza e la durevolezza del cotone senza essere troppo costoso.

Abbigliamento ignifugo regolamenti

L'atto di tessuti infiammabili del 1953 ha portato un cambiamento nel modo di abbigliamento è stato fabbricato e venduto commercialmente. A seguito di questa legislazione, abbigliamento non potrebbe essere reso non più fuori tessuti pericolosamente infiammabile. Ordine per un tessile di essere trasformato in abbigliamento che doveva passare Consumer Product Safety Commission test prima di esso può essere venduto. Regolazioni speciali sono state create per garantire che pigiameria per bambini che è fatta di tessuti ignifughi.

Industriale abbigliamento ignifugo

L'associazione nazionale di prevenzione incendio creato Standard NFPA 70E per la sicurezza elettrica sul posto di lavoro per affrontare l'uso di abbigliamento ignifugo in ambienti industriali. Prima composto nel 2000, questo standard è stato riconosciuto dalla Occupational Safety and Health Administration come precauzione di sicurezza necessarie per le industrie che si occupano della riparazione di installazione e manutenzione di impianti elettrici. L'entrata in vigore di questo standard ha aumentato la necessità per l'abbigliamento ignifugo nelle industrie non coinvolte nel settore della sicurezza.