Ald-inc.com

Tipi di funghi selvatici in Ohio

Tipi di funghi selvatici in Ohio

Ohio è la patria di più di 2.000 varietà di funghi selvatici, secondo The Ohio State University. Mentre alcuni sono commestibili e gli altri sono velenosi, non si sa se è sicuro mangiare la maggior parte di queste specie. Funghi crescono in una varietà di terreni in Ohio dove ci sono un sacco di accontentare qualsiasi cacciatore del fungo.

Chanterelle

Uno dei più pregiati funghi commestibili che cresce in Ohio è il galletto. Conosciuto anche come Cantharellus cibarius, questo fungo di medie dimensioni è giallo o arancio di colore. Finferli non hanno branchie, come molti altri funghi, ma pieghe e creste sulla sua sommità. Secondo The Ohio State University, si sviluppano più comunemente da giugno a settembre all'ombra di querce secolari. Cercatori di funghi novizio dovrebbero fare attenzione durante la raccolta di finferli, soprattutto perché guardano il fungo velenoso di jack-o-lantern.

Puffball gigante

Il palloncino gigante è un fungo facilmente riconoscibile che cresce in Ohio. Conosciuto anche come il Langermannia gigantea, questi funghi giganti sono estremamente gustosi e in genere si trovano alla fine di agosto fino ad ottobre. Il palloncino gigante, che è in genere bianco, prende il nome per il suo aspetto: una gigantesca palla bianca che può crescere di diametro da 8 a 24 pollici, secondo l'Ohio State University. Vesce gigante piacciono a crescere in aree aperte come parchi, prati, pascoli e anche in alcune aree urbane.

Angelo distruttore

L'Angelo è un fungo molto velenoso che cresce in Ohio. Conosciuto anche come il bisporigera dell'Amanita, l'Angelo ha alberi lungo bianchi con un tappo liscio arrotondato. Tipicamente essi sono visti da luglio a ottobre e si sviluppano nei boschi. Secondo il blog di Cornell fungo, l'Angelo è dannoso per il fegato e una grande maggioranza di persone che mangiano loro non sopravvivono. Se accidentalmente si mangia un fungo di angelo distruttore, è imperativo si chiama controllo di veleno immediatamente e consultare un medico.