Ald-inc.com

Come si formò il Parco nazionale di Kenai Fjords

Exit Glacier

I fiordi della penisola di Kenai in Alaska, che danno il Parco nazionale di Kenai Fjords nome, sono stati creati dal movimento del ghiacciaio conosciuto come Exit Glacier. Exit Glacier è un ghiacciaio attivo, significa che è ancora in movimento, anche se è ritirata in icefield a che è connesso. Il ghiacciaio si ritira, rivela che il movimento del ghiaccio fiordi e aree di roccia che hanno stati raschiati via dall'avanzare secolare e ritirata del ghiacciaio. Muoversi a una velocità di 2 piedi al giorno, la costante ritirata del ghiacciaio garantisce che il paesaggio del Parco nazionale di Kenai Fjords continuerà a evolversi nei decenni a venire.

Harding Icefield

La fonte di Exit Glacier è l'Harding Icefield, che è uno dei quattro icefields restanti negli Stati Uniti. È il più grande icefield contenuta interamente in confini degli Stati Uniti. Oltre l'Exit Glacier, Harding Icefield serve come fonte di almeno 38 altri ghiacciai denominati. La icefield copre 300 miglia quadrate, ma se i ghiacciai che genera sono presi in considerazione, questa zona passa tra 700 e 1.100 miglia quadrate.

Movimento tettonico

I fiordi che Exit Glacier e altri ghiacciai hanno scavato tra le montagne di Kenai sono pieni di acqua dell'oceano, perché le stesse montagne sono lentamente scivolando in Golfo dell'Alaska. La causa di questo movimento è la posizione della catena montuosa lungo il confine di due placche tettoniche, la collisione di cui è causa la terra di spostare ed essere tirato lentamente sotto il livello del mare. Così come con il movimento continuo di Exit Glacier, questo movimento tettonico aiuta a garantire il costante sviluppo del paesaggio presso il Parco nazionale di Kenai Fjords.

Istituzione come un parco nazionale

Il Kenai Fjords National Park è stato creato come parte dell'atto di conservazione dell'Alaska terre interesse nazionale nel 1980. Legislazione per preservare i fiordi e il paesaggio circostante come un parco nazionale è stato originariamente introdotto nel Congresso nel 1974 come uno di una serie di effetti analoghi in Alaska, ma l'inclusione della zona di Kenai Fjords era all'epoca considerato controverso e poca azione è stata presa per passare le bollette. Lavoro iniziato nel 1975 a rinnovare la legislazione come un'unica fattura, anche se c'era ancora opposizione al disegno di legge a causa della grande quantità di terra in Alaska che sarebbe resa disponibile per estrazione mineraria, silvicoltura e trivellazione petrolifera. Presidente Jimmy Carter utilizzato Antiquities Act per designare l'area di Kenai Fjords, nonché altri settori citati nel disegno di legge come monumenti nazionali nel 1978 al fine di proteggere le terre. La legge di conservazione Alaska terre interesse nazionale è stata approvata in tempo per Carter a firmare in legge nel dicembre del 1980, prima di Ronald Reagan ha preso l'ufficio.